San Valentino 2020

Canto V

Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende,
prese costui de la bella persona
che mi fu tolta; e ‘l modo ancor m’offende.

Amor, ch’a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor non m’abbandona.

Dante Alighieri, Inferno, Canto V (100-105)

La Storia di Paolo e Francesca è quanto mai attuale oggi quando accade troppo spesso il rifugio d’amore diviene teatro di una tragedia. Oggi più che mai dobbiamo prendere ad esempio le parole di Francesca da Polenta “Amor, ch’a nullo amato amar perdona” non solo a San Valentino, ma tutti i giorni dell’anno.

Paolo e Francesca, Giuseppe Salietti, 1965, TAMO, Ravenna

 

Si Comincia!

Anche per quest’anno le ferie sono finite!

Gli orari non cambiano: ci trovate dal giovedì alla domenica dalle 19:00 ed il Sabato e la Domenica anche a pranzo dalle 12:00.

Per le prenotazioni potete chiamare il 0544 976151 il Giovedì e Venerdì dalle 16:00, il Sabato e la Domenica dalle 10:00 alle 15:00 e dalle 19:00.

Al momento sono sospese le prenotazioni via social e via e-mail.

Natale 2019

Auguri a Tutti!

Un altro anno è passato, ma noi stiamo già pensando a come stupirvi nel 2020. Durante queste feste di Natale però abbiamo ripensato a questi cinquantacinque anni con voi!

Qual è il vostro ricordo più bello?

P.S. Vi aspettiamo nel 2020!

La Cozza di Cervia in festa: La serata Gourmet

Siete tutti invitati Al Ristorante Al Deserto in occasione di una serata gourmet dedicata alle cozze di Cervia.

 

La Cozza di Cervia in Festa

Serata Gourmet

Un panino con le cozze!!!

Paccheri cozze e asparagi con zabaione salato

Cozze alla catalana

Risotto all’Albana con cozze e salsiccia

         Polenta con cuore di cozze su crema di piselli e fonduta al parmigiano

Gelo di mezza estate

Duca dell’Olmo bianco IGT Az Agr, La Grotta

Acqua minerale

A persona 38€

 

Solo con prenotazione

“Ecco aprile giovinetto
che ha negli occhi le viole.
Con il primo mite sole
vien danzando per le aiuole
un allegro minuetto.
Lo salutano i ruscelli,
canticchiando in freschi cori:

lo salutano gli odori
delle mammole e dei fiori
ed il trillo degli uccelli.”